In generale, le industrie tessili e della pelle sono settori ad alta intensità di uso di acqua.

permeabili

La principale tematica ambientale è quindi correlata alla quantità di acqua consumata e scaricata e al carico chimico trasportato dalle acque reflue.

In generale, i trattamenti di finitura tradizionali che producono prodotti tessili e pelli con caratteristiche funzionali, come le proprietà ignifughe o di impermeabilizzazione, comportano un notevole consumo di energia, nonché di grandi volumi di acqua (sia nei liquidi di bagno e in ulteriore risciacquo). Inoltre, nella maggior parte dei casi, detti trattamenti comportano anche l’uso di sostanze chimiche come i composti organici alogenati, biocidi e composti organofosforici, il cui uso è attualmente limitato o in esame nell’Unione europea (REACH e legislazioni dei biocidi).

Altre questioni ambientali di rilevante interesse sono le emissioni in aria, così come i rifiuti solidi e generazione di odori, che può rappresentare un disturbo significativo in alcuni trattamenti.